.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

24 ottobre 2013

Da non perdersi. Anche quest'anno...

24 ottobre 2013
tra tutte le cose brutte, oggi il cielo  di Milano si è colmato di uccelli che come ogni anno si radunano, pernottano e si preparano alla migrazione...
E l'inverno che arriva .
Nel tardo pomeriggio si sono  posati sui tetti formando fini merletti frastagliati e li passeranno la notte per poi partire.
Lo spettacolo è sempre stupendo, conferisce alla città un senso naturale rassicurante che invece ha ormai perso, e il loro canto lo si può sentite anche se coperto dall'inquinante rumore di qualche sciocco capace di sentirsi grande in rapporto al rumore del suo scappamento, la Ferrari insegna!
La natura no!

6 ottobre 2013

Incredibile ma vero! Una goggia di troppo fà traboccare il vaso!

Con altri milioni di persone riteniamo che l'acqua sia insieme a l'aria che respiriamo e al poco cibo sano che mangiamo un elemento principale per l'umanità.
Il cibo l'hanno privatizzato,
l'aria ce l'hanno inquinata e privatizzata quasi tutta.
l'acqua idem.
Certo è che di cose poco trasparenti il presidente Napolitano ne ha fatte tante,
di cose poco rispettose dei cittadini anche, ma che arrivasse a questo, lo riteniamo senza scusanti.
Certo non sappiamo se il futuro dell'umanità sarà privato o pubblico, se l'acqua diverrà più cara del petrolio, ben sappiamo quante guerre ci sono state e ci saranno per questa ultima umile necessita umana.
Poiché hanno privatizzato anche Dio riteniamo che questa acqua sia forse l'ultima lotta per gli ultimi uomini liberi.
Chi è stato nella sua vita un opportunista  come tale finirà i suoi giorni fingendo che il popolo lo ami in un ultima menzogna, non basteranno certo le campane dei media a modificarne il ricordo storico di uomo opportunista e avido di potere.
Ma ben sappiamo che "Cristo si è fermato ad Eboli" e l'acqua avrà forse ancora i suoi padroni!                              
Sosteniamo l’imparzialità della battaglia politica perché il libero accesso ai farmaci cannabinoidi sia reso effettivo, sia attraverso un accesso immediato e gratuito ai farmaci, sia attraverso la regolamentazione dell'"autocoltivazione", cioè della coltivazione ai fini esclusivi di utilizzo terapeutico da parte del paziente-coltivatore. – La battaglia sostenuta anche dalla associazione Luca Coscioni merita tutta l’adesione necessaria per la battaglia che sta conducendo e abbia il sostegno e l’apprezzamento di tutti i cittadini.

Ormai nessuno in buona fede può negare la ragione e l’esattezza di questa battaglia per riappropriarci dei nostri diritti violati in nome di un perbenismo di facciata che nasconde la paura che altre fonti di guadagno potenzialmente concorrenziali possano subire un calo delle vendite..


Approfondimenti: :